Pedalando…il paesaggio, la memoria storica, i personaggi

Ora che la bici è pronta guardati intorno… lo spettacolo armonioso della Cascata Grande e le meraviglie del paesaggio fluviale sono state dipinte da un gran numero di pittori a partire dal XVIII secolo. Quando una tela era l’unico modo per mostrare la bellezza di un luogo e attrarre i pionieri della rivoluzione industriale!

Jean-Joseph-Xavier Bidauld: Vue de l’île de Sora dans le royaume de Naples (1793),
olio su tela (113 x 144 cm). Conservato presso il Museo del Louvre a Parigi

Puoi intuire tante testimonianze della “città fabbrica” con le sue risorse, dapprima mostrate in giro per l’Europa poi utilizzate per produrre carta e non solo…

Cartiere Meridionali

L’Abbazia di San Domenico, laddove era la villa di Cicerone. La scorgi alla tua sinistra quando il percorso piega per costeggiare il fiume Fibreno, fiume nobile, dal veloce e breve corso.

Via Lungo Fibreno

Poche centinaia di metri e puoi prendere la strada bianca sull’argine del Lago di Tremoletto… attenzione alla guida…il fondo è compatto ma un po’ di tecnica ci vuole… in realtà, lago è termine improprio! Ora è un invaso che va, lentamente, recuperando gli aspetti di un’area umida degli inizi del XX secolo.

Tremoletto

Carnello, borgo che si annuncia con l’antica torre detta di Cicerone, in realtà medievale (fullonica, gualchiera) testimonianza dei tempo primordiali della lavorazione meccanica della lana. Nei pressi quanto rimane della più antica cartiera della zona. Fondata nel 1519… solo pochi decenni dopo l’invenzione della stampa… ovvie e sempre valide logiche di mercato…

Carnello

Ancora… dalla strada di tanto in tanto puoi decidere se pedalare veloce per ammirare splenditi sorci di paesaggio. Un altro tratto di strada bianca, appena 750 metri di fondo compatto e il percorso si inoltra in maniera decisa in Valcomino.

Panorama sulla Valcomino

Verso Fontechiari ( fonte degli schiavi) la prima vera salita alla cui sommità si trovano i resti ben conservati del cimitero napoleonico. Costruito nel 1836; è storia con l’editto napoleonico in tema di sepolture fuori dai centri abitati…

Fontechiari. Veduta aerea

Verso Purgatorio (nomen omen?) la seconda vera salita di giornata… piuttosto impegnativa ma come premio c’è il primo rifornimento al cospetto di un bel panorama.

Casalvieri

Poi giù in discesa verso Casalvieri, borgo isolato dal quale puoi solo intravedere la parte iniziale delle gole del Melfa. Luogo di selvaggia bellezza in cui nidificano le aquile, disegnate dallo scorrere impetuoso del fiume da cui prendono il nome.

Fiume Melfa presso Atina

Il Melfa… dalle sue rive Atina la puoi vedere sulla collina ma immagina una storia più antica di Roma, la lega sannitica, le mura poligonali, il museo civico…

Atina

Cicerone che la definiva “madre di molti uomini illustri, tanto che nessuna città d’Italia può dirsi più ricca”. Tra questi anche il suo amico Lucio Munazio Planco, governatore e politico di primo piano nel periodo repubblicano.

Un ricco ristoro e la strada sale dolcemente verso le montagne del Parco Nazionale d’Abruzzo. San Donato, Settefrati, Picinisco e Gallinaro sono davvero vicini… terra di santuari e tradizioni… di produzioni agricole di qualità e storie di transumanza ancora attuali.

Alvito

Alvito, storico borgo che si fregia del titolo di Città per decreto presidenziale. E un magnifco viale alberato che termina poco prima dell’Arco Gallio, del Palazzo Sibari e del Palazzo Comunale, fino al punto di rifornimento, dove il borgo si apre al cospetto dell’ennesimo stupendo panorama sulla valle.

Castello di Vicalvi

E la Cima Coppi posta nei pressi del Castello di Vicalvi, a 552 metri di quota. Il castello risale all’ XI secolo e domina tutta la Valcomino, fin dove giunge lo sguardo.

Lago di Posta Fibreno

Una lunga discesa per raggiungere il Lago di Posta Fibreno e l’ultimo ristoro. Un tempo scrigno di perfetto equilibrio tra uomo e natura con le sue tipiche imbarcazioni ( in dialetto “naue”), che servivano a caricare le alghe… opera di pulizia e manutenzione olltre che ottimo cibo per bestiame e concime per i campi.

Un pescatore sul lago con la sua “nave”. Foto di Edoardo Ciuffetta

Ora il lago, alimentato di sole solrgive, è tutelato ccome riserva regionale di alto valore naturalistico. Anche dalla bici è facilissimo avvistare i grandi aironi e molte altre specie di uccelli.

E Broccostella, dai un’occhiata al borgo in alto sulla destra. “Brocco alta” è un piccolo gioiello architettonico in posizione panoramica.

Sora

A Sora incrocerai subito il fiume Liri… in alto il santuario della Madonna delle Grazie e Rocca Sorella con i ruderi del Castello di San Casto di origine volsca, è bello pedalare per Corso Volsci e il Lungo Liri, circa 800 metri di selciato. Uno sguardo alla Cattedrale, Santa Restituta, lo Spirito Santo, San Francesco, il quartiere Canceglie e l’arco di San Rocco.

Abbazia di San Domenico

E poco dopo il nuovo davanti all’austera Abbazia di San Domenico e poi lungo il Parco Fluviale a riflettere sulla doppia anima di Isola del Liri.

Sentiero del Parco Fluviale

Dal versante selvaggio della collina, fin dentro l’ultimo tratto di selciato cittadino, lo sguardo corre per fabbriche, sbarramenti e dighe attraverso una storia di secoli e di trasformazioni industriali… che non hanno cancellato luoghi e personaggi…la ninfa Marica e i salti d’acqua delle Remorici, la collegiata San Lorenzo e la Cascata Grande al cui cospetto termina il giro.

Cascata Grande

articolo a cura di Italia Nostra sezione Ciociaria

documentazione fotografica a cura di Piergiorgio Mariniello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close